26 settembre 2017

Tromba d’aria ieri a Fiumicino

Barche volate via, tetti scoperchiati a causa dei venti che hanno soffiato a una velocità di 60/70 Km orari. Fortunatamente nessuno è rimasto ferito, ma i danni ammontano a 200 mila euro. “Ho visto le barche volare” la testimonianza Enrico Pensieri, amministratore della Bdf Nautica, il rimessaggio di Fiumicino maggiormente colpito dalla tromba d’aria che è stata ripresa con il cellulare da molti bagnanti: sul web molti i video dello spaventoso cono nero nei cieli del litorale romano. Paura in spiaggia a Ostia. I bagnanti hanno visto al largo il cono nero della tromba d’aria che si stava avvicinando e sono fuggiti via. Molti gli interventi dei vigili del Fuoco per la tromba d’aria che si è abbattuta sul litorale romano verso le 11. La zona maggiormente colpita dalla tromba d’aria è stata quella di Fiumicino, dove una trentina di barche (tra i 5 e i 7 metri) di un rimessaggio nautico sono state letteralmente fatte volare via, come confermano fonti della Capitaneria presenti sul posto. Una di queste è stata ritrovata incastrata sotto la tettoia di un capannone.
Nessun danno è stato riscontrato negli stabilimenti e nei chioschi di Ostia, dove comunque molti bagnanti per la paura hanno lasciato la spiaggia, con un fuggi fuggi generale. Qualche lamiera è volata, invece, nella zona dell’Idroscalo.
Danni invece al cantiere nautico Rizzardi che si trova all’interno del porto di Ostia. Un tetto scoperchiato è caduto su tre auto in sosta, e tre alberi caduti è al momento bilancio. Venti a 60/70 Km orari. La Protezione civile di Roma Capitale informa che non ci sono stati danni alle persone in seguito alla tromba d’aria che ha avuto una durata di 10 minuti ed è rimasta localizzata all’area del Canale dove si sono prodotti venti intorno a 30/40 nodi, pari ad una velocità di 60/70 Km orari. Sul posto sono intervenute la Capitaneria di Porto di Roma – Fiumicino ed i Vigili del Fuoco.  (Il Messaggero.it – Foto di Mino Ippoliti)

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli