21 settembre 2017

Un bando per il benessere animale

Tale misura è volta a sostenere ed incoraggiare gli allevatori affinché siano introdotte e mantenute in azienda tecniche e sistemi di allevamento che garantiscano adeguati standard per il benessere degli animali, oltre quelli previsti dalle norme minime prescritte dalla normativa vigente, coerenti con l’obiettivo generale comunitario di valorizzare l’ambiente e lo spazio naturale, sostenendo modelli di gestione ecocompatibili del territorio e perseguendo l’obiettivo primario di “Conservazione della biodiversità, tutela e diffusione di sistemi agro-forestali ad alto valore naturale”. Possono partecipare al Bando gli imprenditori agricoli singoli o associati, in possesso di partita IVA ed iscritti nel registro delle imprese della CCIAA (sezione speciale imprese agricole) ivi compresi gli enti pubblici, che gestiscono sotto la loro responsabilità diretta, a qualsiasi titolo, gli allevamenti sul territorio della Regione Lazio. I pagamenti saranno concessi agli agricoltori che sottoscriveranno degli impegni per il benessere animale per un periodo minimo di 5 anni e che soddisfino i seguenti requisiti: consistenza dell’allevamento non inferiore a 10 Unità di Bestiame Adulto), obbligo di partecipare con tutti gli animali presenti in azienda, in regola con gli adempimenti previsti e con i vincoli imposti dalla legislazione nazionale e regionale, apportino sostanziali miglioramenti al livello di benessere animale. Sono eleggibili all’aiuto gli animali appartenenti alle seguenti specie: bovini da latte e da carne, bufalini da latte, ovini e caprini. Sarà data priorità alle domande provenienti da aziende con allevamenti ubicati in aree o territori interessati da specifiche misure di biosicurezza, o lotta contro le principali malattie del bestiame; agli allevamenti soggetti ai vincoli imposti dalla Direttiva 96/61/CE relativa alla prevenzione e riduzioni integrate dell’inquinamento (IPPC); alle aziende con il più elevato punteggio ponderato, derivante dalla valutazione ex-ante.  Per l’annualità 2011 le domande di aiuto/pagamento potranno essere presentate già a decorrere dalla pubblicazione dell’ avviso pubblico sul sito regionale Internet www.agricoltura.regione.lazio.it. Il termine ultimo per la compilazione on-line sul sistema SIAN ed il relativo inoltro della domanda è fissato al 10 giugno 2011. Una copia della domanda cartacea firmata in originale, corredata dagli allegati tecnici, dovrà essere inoltrata presso le sedi della Regione Lazio competenti territorialmente, entro e non oltre i trenta giorni successivi alla scadenza fissata per la presentazione delle domande. Per l’annualità 2011, tale termine è stabilito alle ore 18.00 del 30 settembre 2011. Per Roma la sede dei Settori Provinciali Agricoltura (SPA) è in via Pianciani, 16/A 00185 Roma. Per maggiori informazioni relative al bando ed alla domanda di partecipazione è sufficiente collegarsi al sito internet dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Lazio www.agricoltura.regione.lazio.it. Inoltre  l’Assessorato alle Politiche Agricole e Valorizzazione dei Prodotti Locali della Regione Lazio, nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale 2007/2013,  ha disposto il finanziamento di tutte le domande di aiuto/pagamento presentate nell’ambito della raccolta attivata con i bandi pubblici, relative alle misure 211, 212 e 214, campagna 2010 e la raccolta di nuove domande di aiuto/pagamento in favore di agricoltori in zone svantaggiate, diverse dalla zone montane e dei “Pagamenti agro ambientali”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli