21 settembre 2017

Un giapponese a Fregene

giapponese

Dopo un accurato lavoro di ristrutturazione dei locali che ha creato una suggestiva atmosfera orientale, dalla Notte Bianca del 20 giugno è arrivato in viale Castellammare 45/c Ninja, il primo ristorante giapponese a Fregene. “Ho scelto questo nome non solo per il richiamo immediato alla cultura giapponese ma anche per omaggio al nostro chef Ye Kang Sheng, un vero maestro di grande abilità ed esperienza nell’arte dell’uso dei coltelli”. A raccontarci la nascita del ristorante è il giovane titolare, Jinwei Sun, il 28enne figlio della famiglia Sun che dal 2011 gestisce l’emporio su viale Castellammare. “Avevo 8 anni quando siamo arrivati in Italia e da quando ci siamo trasferiti qui, Fregene è diventata per noi una seconda casa – spiega Jinwei in perfetto italiano misto a espressioni in puro romanesco – ci troviamo benissimo con tutti e ci sentiamo ormai parte della comunità. Come è nostra tradizione e sull’esempio dei miei genitori, ho iniziato a lavorare molto presto nell’attività di famiglia prima di intraprendere un mio percorso autonomo, e quando abbiamo trovato un locale che faceva al caso nostro non ci siamo fatti scappare l’occasione. Con mio fratello Jinjun Sun, infatti, avevamo deciso da tempo di aprire un ristorante del genere, anche perché ce lo chiedevano sempre più clienti. Noi a quel punto abbiamo optato per il giapponese perché meno inflazionato e soprattutto perché si tratta di una cucina basata su pesce freschissimo e di prima qualità, requisito su cui noi per primi siamo assolutamente intransigenti, tanto da non dubitare a rimandare indietro le forniture che non ci soddisfano completamente. Il resto è tutto nelle mani del nostro chef e della sua straordinaria capacità sfilettare e presentare anche lo stesso piatto con aspetto differente”. Agli alti standard qualitativi delle materie prime, Ninja unisce anche un altro aspetto fondamentale a tutela della clientela, il rigoroso rispetto delle normative sull’abbattimento per garantire la più assoluta sicurezza alimentare del pescato crudo. “Sebbene molti ormai abbiano provato piatti giapponesi, sono ancora pochi quelli che conoscono la grande varietà di proposte di questa cucina che, a differenza di quanto comunemente si crede, non è basata solo su piatti di crudo e di solo pesce. Nel nostro menu, infatti, c’è un buon 30% di piatti caldi e diverse portate a base di manzo e pollo”. A conferma delle sue parole Jinwei ci mostra il menu di Ninja, dove assieme a termini di base ben noti, tipo sushi per i piatti a base di riso o sashimi solo di pesce crudo, compaiono dall’antipasto ai dolci molti altri piatti che per combinazione di materie prime e tecniche di cottura utilizzate dallo chef diventano veri piatti unici. Qualche esempio? Le varietà di Usuzukuri, sfoglie sottili di pesce crudo serviti con salsa ninja, di Temaki, cono ripieno di riso e pesce, o di Gunkamaki, rotoli di riso con ingredienti vari avvolti in fogli di alghe, e via dicendo. Il tutto da accompagnare, insieme a vini e liquori e della nostra tradizione, con bevande tipiche giapponesi, come tè verde e di riso caldi e diverse varietà di sakè. “Ho puntato tutto sulla qualità – conclude Jinwei – una scelta che poteva essere un azzardo ma che per fortuna è stata ripagata dai tanti complimenti che stiamo ricevendo anche per l’assoluta onestà dei prezzi che non sono certo da ristorante esclusivo. Oltre a ringraziare tutti da parte dello staff, invitiamo i clienti a darci le loro opinioni e consigli che sono sempre ben accetti”. Ninja è aperto tutti i giorni a pranzo e cena, ma vista l’accoglienza più che positiva e le richieste, Jinwei sta pensando a un calendario di aperture anche per l’aperitivo pomeridiano che verrà sempre aggiornato sulla pagina Facebook del ristorante. Il Sol Levante è sorto a Fregene.
Info: 06/66563215

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli