20 settembre 2017

Saranno circa ventimila gli alunni coinvolti nel progetto a Roma e Provincia. La FIDIS – Federazione Italiana Dirigenti Sportivi (Ass.ne benemerita riconosciuta dal Coni) donerà presso la sala convegni della scuola S. Giusto di Fregene 2 defibrillatori semi -automatici: Uno alla scuola S.Giusto e il secondo alla Polisportiva di Fregene.“Questo strumento salvavita era necessario per la nostra località e spero che questa iniziativa possa allargarsi in altri Istituti, altresì mi è sembrato giusto poter trovare questa iniziativa e spostarla sul nostro territorio “ dichiara Massimiliano Graux – capogruppo della Pdl e presente alla Manifestazione insieme al Presidente del Consiglio Comunale Mauro Gonnelli e all’Assessore alle politiche sociali V. D’Intino. Aprirà il Cerimoniale di benvenuto il Sindaco Mario Canapini. “Felice di partecipare a questo convegno/manifestazione perché la salute dei nostri figli è il bene più prezioso” dichiara il Sindaco Mario Canapini. Presente la Fondazione Giorgio Castelli con il Prof. V. Castelli per un momento Didattico Culturale dove verranno consegnati i Kit per insegnare ai giovani e i genitori il massaggio cardiaco. Introdurrà la Prof.ssa Celestina NAVA e il responsabile della FIDIS Dott. M.Perazzolo.Questa sarà la settima tappa  di un percorso rivolto all’approfondimento delle pratiche di prevenzione inerenti la rianimazione cardio-polmonare con la donazione dei Kit e di 2 defibrillatori. I defibrillatori donati sono di ultima generazione della Laerdal denominato Hertstart adatto sia per i bambini che per gli adulti. L’arresto cardiaco improvviso (SCA) può colpire chiunque, ad ogni età, spesso senza segnali di avvertimento. L’arresto cardiaco improvviso colpisce ogni anno 1 persona su 1000, nell’85% dei casi di arresto cardiaco improvviso il cuore perde il proprio battito normale, il ritmo cardiaco si trasforma i tremore  e il cuore non riesce a trasferire il sangue. L’unico modo per scongiurare l’irreparabile è la scossa elettrica al cuore per mezzo del defibrillatore. Ogni minuto di ritardo le possibilità di sopravvivenza diminuiscono del 10% circa. Importante è anche la formazione per l’uso di questa macchina infatti tre docenti per parte parteciperanno al corso gratuito di formazione.Una bella giornata per il nostro territorio.

 

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli