21 ottobre 2017

Un Natale solidale

Un Natale solidale

Il clima natalizio è entrato nel vivo. Così l’assessorato ai Servizi Sociali ha riunito tutte le realtà di volontariato sociale mettendo in piedi delle iniziative di solidarietà. “Natale è la festa per eccellenza – sottolinea l’Assessore Paolo Calicchio – La festa delle famiglie, dei bambini. Ma saranno molte le famiglie del nostro territorio che non trascorreranno serenamente questo periodo festivo perché molti padri non riescono a trovare lavoro. Come pure saranno molti i bambini che avranno difficoltà a sorridere perché i genitori sono cassintegrati o esodati o licenziati da aziende sempre più in difficoltà. Come molti gli anziani che resteranno da soli e senza affetto. Ma L’occasione della festa può anche trasformarsi in desiderio di solidarietà”. Una solidarietà dei cittadini e della città che si snoderà in un percorso specifico e che avrà inizio, il 7 dicembre, con la manifestazione “We Love Natale” dedicata ai bambini. Durante questa prima manifestazione sarà avviata anche la grande raccolta di generi alimentari che a partire dal 9 fino al 15 dicembre vedrà la CRI, la Misericordia, l’ACIS, S. Egidio e il Cuore di Cristiano chiedere ai cittadini, di fronte ai supermercati, un gesto di generosità per chi soffre. L’obiettivo proposto è la quota mille pacchi viveri. “Perché mille sono le famiglie con uno stato di difficoltà riconosciuta dai servizi sociali e dalle associazioni del settore – fa sapere Paolo Calicchio – I mille pacchi verranno poi consegnati dai volontari agli indirizzi delle famiglie. A partire dal 16 dicembre fino alla sera del 23 dicembre. Voglio cogliere l’occasione per fare un appello ai cittadini di Fiumicino e alla loro generosità, per aiutare chi è rimasto indietro, offeso da questa crisi economica terribile”.  Altra festa dedicata ai bambini sarà “La casa di Babbo Natale”, cioè l’iniziativa di solidarietà organizzata dall’associazione “I Mille Colori dell’Albero della Vita” a villa Guglielmi e in collaborazione con la Pro Loco che attenderà l’arrivo di Babbo Natale dal 12 al 14 dicembre. E anche in questo caso sarà possibile fare offerte per progetti a scopo sociale, in questo caso progetti scolastici specifici per bambini autistici. Il 13 e il 14 dicembre a Fregene Emozioni in movimento presenta, con la proloco di Fregene, la Telethon chiama Babbo Natale. Altra iniziativa dedicata ai bimbi e a scopo solidale. Infine i classici della solidarietà: il pranzo di natale offerto agli anziani poveri del territorio dalla comunità di sant’Egidio il 25 dicembre presso il centro anziani Catalani di Fiumicino, e la befana degli anziani offerta dall’assessorato ai servizi sociali presso lo stabilimento il Florida di Fiumicino e in collaborazione con la stessa comunità di sant’Egidio. “Fiumicino città solidale deve essere la dimostrazione che si può fare di più per combattere la crisi, che si può aiutare chi è ridotto in povertà con piccoli gesti – dice Calicchio – Perché noi vogliamo essere una città che punta al senso di collettività in cui ogni cittadino può offrire un segno vero del valore del vivere insieme”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli