23 ottobre 2017

Unitasi, si dimette il direttivo

Giovedi 31 Gennaio presso i locali della Parrocchia di San Luigi Gonzaga a Focene, si è riunito il Consiglio della Sottosezione di Porto Santa-Rufina – spiega il presidente Emiliano Ciardulli, nella lettera inviata al Presidente Regionale, all’Assistente Spirituale, ai Membri del Consiglio Direttivo di Sezione e al Presidente Nazionale – A seguito dell’analisi delle scelte e della politica della Presidenza Nazionale, con cui siamo in totale disaccordo, e della situazione odierna dell’Unitalsi, il Presidente della scrivente Sottosezione e tutto il Consiglio direttivo hanno deciso di dimettersi”. I motivi di questa decisione si possono racchiudere in quattro punti. “UNITour : Agenzia di Viaggio con la quale l’Unitalsi Nazionale, non solo organizza Pellegrinaggi verso mete alternative come ad esempio Medjugorje che come Unitalsi non potrebbe raggiungere, ma affianca alla Sottosezione facendola passare come proposta alternativa per coprire e riempire i treni – sottolinea Emiliano Ciardulli – Aumento della quota Associativa per l’anno 2013, con indicazione dalla Presidenza Nazionale di correggere a penna l’importo sulle ricevute pre-stampate a 15euro; Ennesimo aumento delle quote dei Pellegrinaggi: in un periodo di grande difficoltà economica il continuo aumento delle quote non ci pone vicini agli ultimi, anzi ci allontana e crea una vera e propria selezione per accedere ai pellegrinaggi; la totale assenza di risposte da parte della Presidenza Nazionale, e dalle persone da essa preposte a ricoprire incarichi, in merito ad alcune problematiche sollevate dalla nostra Sottosezione come ad esempio i contratti assicurativi degli automezzi. Con la speranza che questa nostra scelta possa portare ad un confronto con le parti in causa, restiamo a disposizione per qualsiasi chiarimento”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli