21 settembre 2017

Vona, “con il rimpasto di Giunta, il nodo è sciolto”

E con ciò  ha apportato quelle modifiche alla giunta comunale che per mesi sono state l’unico tema di dibattito all’interno della maggioranza, portando a galla i mal di pancia delle varie correnti.  L’assessore al Bilancio Massimiliano Terzigni dimissionario? “Diciamo che si è trovata la strada per salvare capra e cavoli visto che poi riesce ad entrare in consiglio comunale con il posto che lascia vuoto il neo assessore Giovanni  Onorati che è stata nominata al posto di Gino Percoco alla Scuola e Cultura” ribatte il consigliere Pd, Michela Califano.  “Come donne – sottolineano Vona e Califano – non possiamo che manifestare soddisfazione per la nomina di Giovanna Onorati. Finalmente un’altra donna in Giunta visto che spesso il sindaco Canapini è stato bacchettato per non aver dato dall’inizio del suo secondo mandato la giusta rappresentanza alla componente femminile che anche in consiglio è esigua”.  “Di certo – commenta Michela Califano – Giovanna Onorati saprà dare una migliore visione ad un comparto come la scuola, essendo lei un’insegnante. Ci chiediamo come saprà però barcamenarsi, senza rinnegare la propria posizione di insegnante ministeriale, visto che dovrà fare i conti con una giunta che con le sue scelte punta inequivocabilmente a privatizzare questo settore e con un’amministrazione che fino ad oggi non ha investito come avrebbe dovuto, se veramente si crede che la formazione e la cultura siano il volano per i nostri giovani”. Alessandro Vona spiega che “certo, la carta Mario Pascone non ce l’aspettavamo; la scelta è di qualità viste le capacità culturali e dialettiche del Dottore che non’è nuovo a ruoli primari, avendo già fatto l’assessore durante il primo mandato Canapini anche se per le sue competenze lo vedevamo meglio in un altro posto”. “Al posto di Pascone – continua Vona – dovrebbe entrare in consiglio Marco Fantauzzi che noi ricordiamo in  pectore a caro prezzo al nostro amico Marco Di Stefano ai tempi del suo mandato in giunta regionale ed oggi ‘solo’ consigliere regionale di minoranza del Pd. Cosa succede ora, è finito l’amore di Marco Fantauzzi per il progetto del Pd e torna a casa nel centrodestra?”. Infine conclude Michela Califano: “Certo questo ci deve portare nuovamente a riflettere quando nella nostra casa accogliamo con il tappeto a terra e con la guida reale, persone che da destra passano a sinistra e viceversa. Sono errori che non dovremmo fare, ma mi auguro che i cittadini siano più attenti di noi quando andranno alle urna e dovranno fare le loro scelte”. Nel frattempo l’Unione Sindacale di Base di Fiumicino accoglie positivamente la scelta del Sindaco Mario Canapini di affidare l’assessorato al Personale a Mario Pascone. “Sappiamo per certo che il neo assessore Pascone è un profondo conoscitore del territorio ed è persona sensibile ai problemi dei lavoratori e  dei cittadini di Fiumicino – dice il Sindacato in una nota – E lo invitiamo ad aprire un dialogo con tutte le parti sociali presenti nel territorio per avviare al più presto un percorso condiviso per la soluzione di problemi rimasti in sospeso, in primis la spinosa questione dei Vigili Urbani tagionale e delle insegnanti delle scuole comunali”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli