21 ottobre 2017

Vasche di Maccarese, visita e liberazione tarabuso

Il bellissimo animale era stato trovato circa un mese fa da Riccardo Di Giuseppe, responsabile dell’oasi, proprio nei pressi delle Vasche, ferito e fortemente debilitato. Ricoverato al Centro Recupero Fauna Selvatica LIPU di Roma, grazie al tempestivo intervento di Alessia de Lorenzis, responsabile dell’oasi LIPU di Castel di Guido, è stato sottoposto a cure e ora, dopo un adeguato periodo di convalescenza, potrà finalmente tornare in libertà. Il tarabuso appartiene alla famiglia degli Ardeidi. È un uccello solitario e riservato molto raro in Italia, con piumaggio prevalentemente ruggine e giallo-marroncino, macchiettato e striato. Vive quasi sempre nascosto nelle paludi, nel folto dei canneti, dei pantani e negli acquitrini. Sarà quindi un’occasione per osservare da vicino una specie selvatica difficilissima da avvicinare. Le Vasche di Maccarese rimarranno aperte per l’occasione fino alle 13:00; l’evento è a ingresso libero e gratuito. Per arrivare all’Oasi WWF Vasche di Maccarese: L’ingresso dell’oasi si trova presso Maccarese, in viale di Campo Salino. (Riferimento: l’entrata dista circa 600 m dall’asilo comunale “l’isola che non c’è” situato in viale di Campo Salino n 998). Per informazioni : 339-1588245 / 329-0562763 (di Claudia Cappello per Programma Natura).

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli