17 ottobre 2017

Agevolazioni per il canone concordato

canone concordato

“Sul canone concordato stiamo facendo dei grandi passi avanti e, in sostanza, siamo quasi alla conclusione dell’iter”. Lo afferma l’assessore alla Pianificazione del territorio, Ezio Di Genesio Pagliuca. “Nei giorni scorsi – spiega l’assessore Pagliuca – si è tenuto l’incontro con i sindacati dei proprietari e degli inquilini per la stesura definitiva per l’accordo sul canone. Si tratta di un testo atteso da anni, l’ultimo risale infatti al 2000 quando addirittura c’erano zone non considerate o presenti. Abbiamo fatto un lavoro cercando di selezionare le zone del nostro Comune omogenizzandole per ambiti simili, in maniera tale che si potesse determinare un valore reale. La determinazione di queste fasce di canone farà sì che il proprietario potrà affittare il proprio immobile a prezzi leggermente più bassi di quelli di mercato e, a fronte di questo sconto che adotterà per l’inquilino, potrà godere di agevolazioni statali e soprattutto comunali. In quest’ultimo caso per quanto riguarda la Tasi e l’Imu sulle seconde case. In sostanza andremo a tassare le seconde case, date a canone concordato, come le prime. Le agevolazioni statali, invece, riguarderanno la cedolare secca e la riduzione sull’imposta di registro. Nelle prossime settimane approveremo in Giunta l’accordo in maniera tale da renderlo esecutivo. Ringrazio i sindacati per il proficuo lavoro che hanno fatto, gli uffici e lo staff che ci ha aiutato ad arrivare alla stesura di questo testo che, finalmente dopo 16 anni, permetterà di godere di questa agevolazione”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli