23 novembre 2017

Allagato il depuratore, l’argine non c’è più

idrovore 2m

L’argine sinistro dell’Arrone, infatti, poco dopo il depuratore, ha ceduto. Da lì l’acqua ha invaso il bosco, le ultime case del Villaggio  e il depuratore. A quel punto la Protezione civile regionale, che ha fornito il suo aiuto al Comune di Fiumicino, ha chiesto ai volontari della Protezione civile di Fregene di trasferire parte dei volontari e alcune pompe proprio al depuratore, dove gli uomini hanno lavorato fino a tarda sera per svuotare l’acqua insieme a una squdra regionale di supporto. Ovviamente il depuratore, che raccoglie gli scarichi fognari di tutto il nord del Comune, è al momento fuori uso.
Ci si domanda cosa poteva capitare se l’argine del fiume avesse ceduto in un punto più vicino al Villaggio, tutta quell’acqua avrebbe invaso l’intero borgo provocando danni incalcolabili, considerato che molte case si trovano al di sotto del livello del fiume.
Ora nel ricostruire l’argine bisognerà tenere conto del problema e cercare di metterlo in sicurezza. 
Per quanto riguarda le case allagate, oggi le pompe dovranno funzionare tutto il giorno per eliminare l’acqua, se la pioggia non aumenterà nel corso della giornata, domani dovrebbe il problema dovrebbe essere risolto. 

 

 

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli