26 settembre 2017

Antenne, senza controlli ordinanza inutile

Antenne, senza controlli ordinanza inutile

Riceviamo e volentieri pubblichiamo: “È solo grazie a un manipolo di cittadini che è stata impedita l’installazione di una antenna di telefonia mobile nella mattinata di oggi a Fregene.
Questo in aperto contrasto con l’ordinanza sindacale emanata dal sindaco Montino 5 giorni fa che vieta “l’installazioni di nuove antenne e nuovi impianti, comprese quelle a carattere temporaneo, anche se già dotate di titolo abilitativo, e non ancora realizzate e/o posizionate”. I fatti li spiega l’avvocato Marina Rizzitelli che si sta occupando della vicenda: “Questa mattina alle 8.30 alcuni tecnici si sono messi all’opera, con tanto di gru, per installare una antenna di telefonia mobile tra via Loano e via Castellammare. Con un gruppo di cittadini ci siamo riuniti sotto la struttura spiegano che esistesse un’ordinanza e quindi questa installazione fosse contra legem. Niente da fare. Ci siamo recati dai carabinieri che, gentilmente, hanno inviato un fonogramma alla polizia locale che si è presentata con circa tre ore e mezza di ritardo verificando effettivamente come l’installazione non fosse consentita. Per fortuna grazie alla nostra cocciutaggine siamo riusciti a bloccare i lavori e di conseguenza l’installazione. Mi chiedo però cosa sarebbe successo se nessuno di noi fosse stato a casa. Ci saremmo ritrovati con un’antenna installata tra capo e collo. Ora viviamo sul chi va là. Domani potrebbero iniziare nuovamente i lavori e senza controlli potrebbero agire indisturbati”. Sull’argomento il capogruppo del Nuovo Centrodestra, Giovanna Onorati: “Se non fosse stato per un gruppo di cittadini oggi ci ritroveremmo con una antenna di telefonia mobile installata e un’ordinanza sindacale che varrebbe come carta straccia. Mi chiedo come sia stato possibile. Come si possa firmare documento che vieta l’installazione di nuove antenne di telefonia mobile senza però predisporre alcun tipo di controllo capillare sul territorio. Non si possono continuare a prendere in giro i cittadini con provvedimenti che hanno il solo scopo di strappare qualche pagina di giornale. Domani presenterò una interrogazione urgentissima per capire come sia potuto accadere e che fine farà l’installazione di questa nuova antenna di telefonia mobile”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli