22 settembre 2017

Caccia alle Uova, un bel successo!

caccia uova copertina

La prima Caccia alle Uova di Fregene si è chiusa con un bel successo. La mattina di Pasqua, 80 bambini, tra residenti e romani, si sono riuniti al parco giochi di Fregene per scovare ovetti e dolci nascosti tra l’erba.
L’organizzazione, che ha visto come per Halloween in prima linea Federica Alderighi, Francesca Pistacchio (Follie di Pezza) ed Erika Scherlin (Emozioni in Movimento), è stata impeccabile.
Alle 10.30 bambini di tutte le età, muniti di cestini e buste, hanno preso d’assalto il parco giochi scovando centinaia e centinaia tra ovetti, lecca lecca, biscotti e giochi, messi tutti generosamente a disposizione dai commercianti della zona.
Dopo un breve cappello iniziale nel quale Erika Scherlin ha spiegato le regole da seguire per essere dei bravi ed educati cacciatori di uova, Federica Alderighi ha raccontato che il dispettoso Coniglio Pasquale, dopo aver rubato durante la notte i dolci e i giochi ai negozianti di Fregene, li ha nascosti nel parco per farli trovare ai bambini. E poi, conto alla rovescia e via, tutti a cercare le uova!
Il parco è stato diviso in sezioni per età per permettere ai bimbi più piccini di divertirsi e trovare, con i loro tempi e modi, più ovetti possibile e ai bimbi più grandi di muoversi su spazi più ampi senza essere “intralciati”.
La premiazione finale ha visto sul podio i bambini che hanno trovato meno dolci, per gratificarli. E che gratificazione: i premi sono stati messi in palio dalla Fly Dancing, dall’Associazione Emozioni in Movimento e da Follie di Pezza.
Una mattinata fantastica quindi per tutti i bambini e i loro genitori.
Sono state molte le famiglie romane presenti, recatesi a Fregene sì per passare il pranzo con i familiari, ma appositamente venute di prima mattina per la Caccia alle Uova. Questo dimostra per l’ennesima volta come eventi ben organizzati e pubblicizzati siano non solo positivi per la nostra collettività, in questo caso specialmente per le famiglie, ma siano anche un richiamo importante per il turismo.
“È andato tutto benissimo. La partecipazione è stata veramente straordinaria per essere una prima edizione e soprattutto per essere la mattina della domenica di Pasqua – racconta Federica Alderighi – Sono molto felice che una tradizione della mia famiglia sia stata accettata in modo così entusiastico. Dopo l’esperienza più che positiva di Halloween posso affermare che con Erika e Francesca formiamo una squadra molto coesa e compatta, ci completiamo a vicenda e abbiamo tante idee, voglia di fare e di organizzare eventi che possano arricchire la nostra comunità.”
“I ringraziamenti sono d’obbligo. Grazie infatti alla partecipazione e al contributo così massiccio dei negozianti e delle attività del territorio, tutto questo è stato possibile – racconta Francesca Pistacchio – Grazie ancora alla Pro Loco e soprattutto alle famiglie che hanno partecipato, dandoci fiducia. Idee per la prossima edizione? Tantissime! Stiamo già lavorando affinché la seconda edizione della Caccia alle Uova sia ancora più divertente e ricca di intrattenimento.”
“Siamo state anche fortunate perché il tempo ci ha assistito e l’opera di potatura e taglio dell’erba ha aiutato molto la riuscita dell’evento – racconta Erika Scherlin – Abbiamo però dovuto fare il doppio della fatica nel nascondere le uova la mattina presto: se da una parte abbiamo messo i dolci sull’erba, dall’altra abbiamo dovuto togliere dal terreno tantissima spazzatura. Non potevamo certo rischiare che i bimbi toccassero mozziconi di sigaretta, fazzoletti sporchi e cartacce! Ancora una volta abbiamo toccato con mano che è necessaria una presa di coscienza generale su come il bene comune debba essere considerato e rispettato. Avendo già organizzato gli anni scorsi le pulizie del parco, ahimè, questo è un tema che mi sta molto a cuore.”
Complimenti quindi per l’idea e la realizzazione di questo divertente evento alle tre organizzatrici e arrivederci al prossimo anno!

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli