14 novembre 2018

Ciclabile, la voragine si allarga e nessuno interviene

Cara redazione,
passeggio tutti i giorni su quel tratto di strada e sono mesi che seguo le sorti di questa buca in mezzo alla ciclabile di viale Castel San Giorgio, proprio di fronte al cancello d’entrata di Borgo San Giorgio. Ci sono state diverse segnalazioni, sia sul vostro portale che sui social da parte di privati cittadini, eppure in un anno e mezzo nessun provvedimento è stato preso e la buca è diventata una voragine di oltre 10 cm di profondità.
Mesi fa una ragazza, passando a piedi, ha inciampato e si è slogata una caviglia; una sera della scorsa settimana un ragazzo indiano che passava in bicicletta è caduto, speriamo senza essersi fatto troppo male. Spesso si vedono mamme con il passeggino o ragazzi che raggiungono la stazione ferroviaria a piedi transitare e far lo slalom intorno a quell’indecente avvallamento. E poi tremo quando vedo sfrecciare coppie di ciclisti, perché so che prima o poi ne dovrò raccattare qualcuno da terra in quel punto.
Ultimamente poi gira voce che al Borgo i residenti vogliano fare una denuncia alle autorità, visto che per entrare e uscire con l’auto dal centro abitato è quasi inevitabile finire dentro quella brutta buca, e più di qualcuno ci ha lasciato la borchia della gomma se non l’intero pneumatico. Come biasimarli?
L’idea di rendere il Comune di Fiumicino uno dei più ciclabili rappresenta un’idea fantastica, ma oltre che inaugurare le piste occorre preoccuparsi della loro gestione e soprattutto della regolare manutenzione. Invece spesso sono dissestate in più punti, inondate di aghi di pino, piene di rifiuti e con la vegetazione circostante allo stato selvaggio.
Auspichiamo vivamente che nel “completamento dell’opera” da parte dell’Amministrazione comunale rientri anche il rattoppo delle buche e la manutenzione della pista ciclabile di viale Castel San Giorgio. Anche perché il primo che si farà male sul serio non rinuncerà a farsi risarcire.

Marco S.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli