19 ottobre 2017

Confcommercio-Microcredito, accordo pro imprese

soldi-tasse (900 x 540)

Confcommercio Roma rilancia il microcredito per sostenere le imprese e dare fiducia a chi intende portare avanti un progetto imprenditoriale, ma non ha possibilità di rivolgersi alle normali istituzioni finanziarie. In quest’ottica Confcommercio Roma ha siglato un memorandum d’intesa con l’Ente Nazionale per il Microcredito al quale sono attribuiti i compiti di promozione, indirizzo, agevolazione, valutazione e monitoraggio degli strumenti di microfinanza promossi dall’Unione Europea (Legge 106/2011). Il microcredito è una forma di finanziamento assistito che consente l’accesso al credito ai cosiddetti soggetti “non bancabili”, ossia a coloro che non sono in grado di fornire valide garanzie alle banche per ottenere le risorse necessarie a sviluppare la propria idea di business. L’Area Credito di Confcommercio Roma ha attivato un servizio di consulenza sulla pre-fattibilità e per la presentazione diretta delle domande di microcredito attraverso i propri canali con le banche convenzionate.

Soggetti beneficiari: Lavoratori autonomi, titolari di partita IVA da non più di 5 anni e con massimo 5 dipendenti; Imprese individuali, titolari di partita IVA da non più di 5 anni e con massimo 5 dipendenti; Società di persone, società tra professionisti, Srl semplificate e società cooperative, titolari di partita IVA da non più di 5 anni e con massimo 10 dipendenti.
Non possono accedere alla misura le persone fisiche e le imprese che nei tre esercizi antecedenti alla richiesta di finanziamento (o dall’inizio dell’attività, se di durata inferiore) hanno un attivo patrimoniale superiore a 300.000,00 euro, ricavi lordi superiori a 200.000,00 euro e un livello di indebitamento superiore a 100.000,00 euro.

Spese ammissibili al finanziamento: Acquisto di beni strumentali; Opere murarie; Materie prime e merci; Servizi connessi all’attività; Pagamento di retribuzioni di nuovi dipendenti; Sostenimento dei costi per corsi di formazione aziendale.
Il finanziamento non può essere destinato alla ristrutturazione del debito.

Caratteristiche del finanziamento: Importo massimo di € 25.000,00 (non è previsto un minimo); può essere aumentato a € 35.000,00 qualora il finanziamento preveda l’erogazione frazionata (S.A.L.), il beneficiario abbia pagato puntualmente le ultime sei rate e siano stati raggiunti i risultati intermedi stabiliti dal contratto; Durata compresa tra un minimo di 24 mesi e un massimo di 60 mesi, aumentati a 66 mesi nel caso in cui sia previsto un preammortamento (che comunque non può superare i 12 mesi); Garanzia del Fondo Centrale per le PMI nella misura dell’80% dell’importo finanziato; per il restante 20% (non coperto dalla garanzia pubblica), la Banca potrà richiedere ulteriori garanzie personali (fidejussione); Tasso d’interesse fisso, entro il limite massimo del 6%; Spese di istruttoria sull’importo erogato (variano a seconda della banca convenzionata).

Modalità di presentazione delle richieste: Le imprese interessate possono richiedere il finanziamento on-line con le modalità indicate sul sito internet http://www.microcredito.gov.it/ .
L’Area Credito di Confcommercio Roma ha attivo un servizio di consulenza sulla pre-fattibilità e per la presentazione diretta delle domande di microcredito attraverso i propri canali con le banche convenzionate. Si può accedere al servizio, gratuito e riservato alle imprese associate, scrivendo a microcredito@confcommercioroma.it o chiamando il numero 06/68437235.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli