25 settembre 2017

Il Comune replica a Bonomo

“La Giunta Comunale con propria Deliberazione n. 4 del 16.01.2013 ha dato mandato al Dirigente del Personale di individuare un dipendente da assegnare temporaneamente, per esigenze funzionali ed organizzative del Tribunale Ordinario di Civitavecchia, al Giudice di Pace di Fiumicino – sottolinea con una nota il Comune – In merito, si evidenzia, infatti, che il Presidente del Tribunale Ordinario di Civitavecchia, ha formalmente sollecitato i Comuni dell’area di giurisdizione del Tribunale medesimo affinchè svolgano azione di supporto e coadiuvo anche mediante loro personale da porre a disposizione degli organi del Tribunale per l’ottimale svolgimento delle delicate e complesse funzioni istituzionali; conseguentemente, si è proceduto a redigere e trasmettere a tutto il personale specifica nota (prot. n. 1955 del 13.02.2013) volta all’individuazione di un’unità lavorativa disponibile ad essere assegnata temporaneamente, a titolo di comando, presso il Giudice di Pace di Fiumicino; a seguito del predetto avviso sono pervenute solo due domande; le istanze di cui sopra erano prive del nulla osta del Dirigente dell’Area di appartenenza dei due dipendenti; accade abitualmente in questo Ente come in altri Comuni che personale della polizia locale esplichi le sue funzioni, anche sotto forma di comando o distacco, presso i Tribunali della Repubblica. Nella fattispecie, l’unità lavorativa assegnata al Giudice di Pace di Fiumicino ha acquisito particolare competenza in materia, in quanto ha collaborato assiduamente con il Tribunale di Roma; non si è proceduto ad alcuna modifica del profilo professionale del dipendente successivamente individuato ed assegnato all’Ufficio del Giudice di Pace né tantomeno alla variazione della dotazione organica, procedure, queste del resto non necessarie, in quanto il lavoratore, resta dipendente di questo Ente e svolge la sua attività a titolo di comando temporaneo fino al mese di settembre c.a.”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli