23 settembre 2017

Il progetto Raee@Scuola

Il progetto, della durata di due settimane, inserito all’interno della Settimana europea per la Riduzione dei Rifiuti, è cominciato ieri mattina e durerà fino al 2 dicembre, coinvolgendo molte classi del territorio. È promosso dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani e coinvolge le quarte e quinte elementari. I ragazzi, dopo essere stati informati con materiale specifico distribuito nelle scuole, sono chiamati a portare da casa quanti più piccoli RAEE possiedono e che la famiglia non utilizza più, per raccoglierli in appositi contenitori posizionati all’interno delle scuole stesse. I RAEE saranno poi ritirati dagli addetti al servizio igiene urbana, che si occuperanno della gestione trasportandoli al centro di raccolta comunale. L’istituto che raccoglierà più rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche riceverà un premio di 2000 euro e una lavagna interattiva multimediale. Presso la sala conferenze di via del Buttero a Maccarese, ieri mattina l’assessore all’Ambiente del Comune di Fiumicino, Roberta Ambrosini, insieme all’assessore all’Ambiente del Comune di Sora, Maria Paola D’Orazio, delegata dell’Anci per il progetto RAEE, hanno incontrato alcune classi del territorio per presentare tutte le iniziative e far visitare loro la mostra sui RAEE allestita per l’occasione negli spazi del Comune.
“È una grande opportunità per far vedere quanto sono bravi i bambini del Comune di Fiumicino e quanto tengono all’ambiente che li circonda – ha detto l’assessore Ambrosini – Loro sono la nostra speranza per il futuro, devono mettercela tutta e dare il loro contributo. Anche perché saranno loro a farsi portavoce con i genitori, i nonni, i vicini sul corretto riciclaggio delle apparecchiature elettroniche. L’obiettivo è quello di rendere tutti consapevoli dell’importanza di vivere in un ambiente sano e pulito”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli