26 settembre 2017

Iresa, Onorati: fondi insufficienti per territorio

Aerei puntati dai laser

Il consigliere comunale Giovanna Onorati ha predisposto un ordine del giorno da sottoporre al Consiglio comunale in merito al tema dell’Iresa. Ecco il testo:

Premesso che:
-l’art. 90, comma1, della legge 342 del 2000 ha previsto l’imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili (IRESA)il cui gettito è destinato prioritariamente al completamento dei sistemi di monitoraggio acustico e al disinquinamento acustico e all’eventuale indennizzo delle popolazioni residenti nelle zone dell’intorno aeroportuale;
-che la Regione Lazio l’ha istituita con l’art. 5 della L.R. 2-2013 ed è entrata in vigore il 1° maggio 2013;
-che il presupposto dell’IRESA è costituito dalla tassazione delle emissioni sonore prodotte dagli aeromobili civili sia in fase di decollo sia in fase di atterraggio;
-che il comma 3 del citato art. 90 stabilisce che la ripartizione del gettito dell’imposta viene effettuata al proprio interno da ciascuna regione e provincia autonoma sulla base dei programmi di risanamento e di disinquinamento acustico presentati dai comuni dell’intorno aeroportuale ed elaborati sui dati rilevati dai sistemi di monitoraggio acustico;
-che, per le ragioni di cui sopra, la natura dell’imposta, che ha carattere di scopo, risulta violata dalla legge regionale in quanto solo il 10% delle entrate vengono destinate alle finalità di cui alla legge 342/2000 ed in particolare alla gestione dei costi sociali delle emissioni rumorose;
Rilevato che il gettito derivante dall’imposta, stimato dalla Regione Lazio, è pari a 15.000.000 di euro annui;
-che tali entrate si verificano per i movimenti di aeromobili nello scalo di Ciampino, in minima parte, e principalmente nel “L. da Vinci” di Fiumicino;
Ritenuto che l’importo di 870.000 euro versati dalla Regione alle casse comunali non sia minimamente adeguato a fronteggiare le esigenze di risanamento e disinquinamento acustico, ricadendo il sedime aeroportuale interamente nel territorio comunale, impegna il Sindaco:
– ad avviare un serio confronto con la Regione Lazio, avvalendosi anche del supporto dell’ANCAI, affinché sia ridefinita la modalità di ripartizione degli introiti dell’IRESA tenendo conto degli effetti negativi sull’ambiente e sui cittadini derivanti dai circa 1.000 movimenti aerei diurni e notturni dell’aeroporto di Fiumicino;
– a destinare parte della somma introitata per contribuire alle spese di insonorizzazione acustica delle abitazioni ricadenti ad una distanza inferiore a 700 metri dalle piste di decollo e atterraggio.

Il Consigliere Comunale Giovanna Onorati

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli