19 settembre 2017

Oggi a Maccarese la festa della grande bonifica

Il 25 novembre 1884 arrivarono con il treno nella notte a Fiumicino ben 460 operai delle cooperative braccianti di Ravenna. Si misero subito al lavoro e, nonostante la malaria che portò la morte per molti di loro, riuscirono nell’impresa in precedenza mai riuscita di bonificare i grandi stagni di Ostia e Maccarese e di costruire i primi impianti idrovori per il prosciugamento delle acque. Dopo la prima bonifica ci fu quella integrale del 1925, più conosciuta, nella quale molte famiglie soprattutto di origine veneta, trovarono pane e lavoro: nacque così la grande azienda agricola Maccarese. A fine 1800, epoca dei Principi Rospigliosi, nel nostro territorio erano presenti solamente 50 persone a dimora fissa mentre oggi, tra Maccarese e Fregene, abbiamo raggiunto quasi quindicimila unità e tutto grazie all’epoca grandiosa della bonifica. Come di consuetudine per i festeggiamenti del 23 novembre la C.R.T. propone: Alle 15.30 un omaggio floreale al piccolo monumento in piazza a Maccarese: saranno presenti le autorità del Comune di Fiumicino, di Roma e di Ravenna, i “ragazzi” del centro anziani di Maccarese e i storici canti del Gruppo canterini di Ravenna; dalle 16.00 alle 17.00 l’Ecomuseo Polo di Maccarese collocato sotto al Castello San Giorgio sarà aperto ai visitatori che vogliono conoscere meglio la nostra storia; a seguire la rassegna si sposterà nelle sale comunali di Via del Buttero (ex casa del popolo). Saranno presentati dalle scuole Marchiafava di Maccarese, elementare di Aranova e dalla Biblioteca dei Piccoli, i lavori di studio e ricerca sulla storia del nostro territorio. Il gruppo corale “l’Insieme Harmonico” del maestro Pietro Rosati ci presenterà poi il nuovo spettacolo musicale “Ridi-ridi”, e conoscendo la sua professionalità e bravura sarà uno spettacolo da non perdere. Un vera chicca sarà la proiezione dei filmati inediti del 1934 e 1967 recuperati e restaurati dalla C.R.T., dal titolo “La colonia marina dell’azienda Maccarese”; un documentario bellissimo e sicuramente alla grande maggioranza uscirà qualche lacrima di commozione ricordando quei tempi. Infine si esibirà il gruppo corale dei Canterini di Ravenna con i loro favolosi e storici canti. Il 24 novembre la festa si trasferirà ad Osta Antica. Con questa manifestazione la C.R.T. Cooperativa Ricerca sul Territorio intende riscoprire la nostra storia e dire grazie alle donne e agli uomini che con sacrificio, e purtroppo anche con la morte, hanno provveduto a bonificare il territorio rendendo la vita migliore a tutte le generazioni future.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli