22 settembre 2017

La sagra del carciofo romanesco

E’ arrivata alla 59^ edizione la “Sagra del Carciofo Romanesco”, ormai diventata una “sagra da record”. A dimostrarlo ecco alcuni numeri: un milione di carciofi utilizzati e oltre quattrocentomila persone affluite nella città, nel corso della sagra dell’anno scorso. Anche nel 2009 Ladispoli non vuole deludere le aspettative dei tanti curiosi, turisti e appassionati che affolleranno la città durante il prossimo weekend, per assaporare il “Re” della cucina italiana. La manifestazione, organizzata dal Comune e dalla Pro Loco di Ladispoli, prevede spettacoli culturali, folkloristici e d’intrattenimento, tornei ed esibizioni sportive e, a conclusione della sagra, un grande spettacolo piromusicale (fuochi d’artificio in musica). Importante sarà l’appuntamento con il comico-cantante Nduccio, abruzzese DOC che, con le sue risate, cercherà di esorcizzare il dramma della sua terra, con in mente sempre vivo il ricordo di una tragedia che non ha colpito solo L’Aquila, ma tutta l’Italia. Nel corso della sagra sarà prevista una raccolta fondi destinata ai terremotati. Tre giorni intensi di appuntamenti di vario genere allora, ma, ciò che farà da padrona, sarà di certo l’enogastronomia, con un programma studiato per accontentare ogni palato. A tale riguardo, è già in corso la 12^ BI-Settimana gastronomica del Carciofo Romanesco. Dal 6 al 19,  nei migliori ristoranti locali, si potranno degustare prelibati menù a base di carciofi al prezzo fisso di € 20,00. (richiedere il programma illustrativo alla Pro Loco o presso i ristoranti aderenti all’iniziativa). I presupposti ci sono tutti perché, anche quest’anno, la “Sagra del Carciofo Romanesco” si confermi come una delle più importanti sagre italiane, una manifestazione che, insieme ai sapori della tavola, riesce a dare risalto a eventi di ogni tipo.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli