16 novembre 2018

La “spoccizia” in spiaggia e l’esempio del piccolo Gabriele

È questa una storia che deve far riflettere. Solitamente sono gli adulti a indicare la strada da percorrere ai bambini, ma stavolta è il contrario. Gabriele, un bambino di quasi 4 anni, la mattina si sveglia e chiede a suo padre se può accompagnarlo a pulire la scogliera di Focene dalla “spoccizia”. Suo padre prende una busta e accompagna Gabriele in spiaggia, dove il piccolo svolge il suo lavoro in modo preciso e meticoloso. Il gesto quotidiano di Gabriele deve essere preso da esempio, ma soprattutto quando chiunque decida di lasciare una bottiglia di plastica, un contenitore o una busta, si deve ricordate del piccolo Gabriele che vorrebbe che la spiaggia fosse un luogo pulito dove giocare. Il piccolo grazie ai suoi genitori sa che la plastica sta uccidendo tanti animali marini, lui li ama fortemente e li vuole salvare. La strada di Gabriele è quella giusta, seguiamola tutti.
Grazie Gabriele!

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli