25 settembre 2017

Nuovo asilo nido a Fregene, ok al progetto

L’amministrazione comunale aveva previsto nel programma delle Opere Pubbliche per il triennio 2006-8, approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 20 del 02/03/2006, la realizzazione di opere pubbliche e di pubblica utilità con finanziamenti a carico di privati, tra le quali è stato inserito l’asilo nido di Fregene.  La realizzazione di nuove strutture assume un carattere di priorità strategica per le esigenze sempre maggiori della cittadinanza, soprattutto a seguito della mancanza di strutture per l’infanzia, non trascurando il fatto che in questa fase di forte espansione demografica del territorio può diventare problematico anche trovare collocazione in strutture di tipo privato. È intendimento dell’Amministrazione, nell’interesse della cittadinanza tutta, con particolare riferimento alle famiglie che fruiranno del servizio ma anche delle persone che all’interno della struttura educativa potranno trovare occasione di occupazione e/o di formazione e di crescita professionale, promuovere la realizzazione di nuovi asili nido, anche privati. L’iter burocratico  con determinazione dirigenziale n. 272 del 12/11/09 ha visto l’Area Gestione del Territorio indire una gara mediante procedura aperta ai sensi dell’art. 155 del d.lgs. 163/2006, procedendo alla relativa aggiudicazione con determinazione n. 88/10 al costituendo raggruppamento temporaneo di imprese tra Cooperativa Sociale Coopselios, Ama.Tucci s.r.l. e Project Finance Ingegneria s.r.l; che poi si è costituito sotto il nome di  “Fregene Zerotre società consortile s.r.l.”. Il 27 settembre 2010 si è proceduto così  alla stipula della Convenzione tra l’Amministrazione Comunale e la Società Fregene Zerotre al cui  si affida la concessione per la progettazione definitiva, esecutiva e la realizzazione dell’intervento di costruzione, nonché della relativa gestione funzionale ed economica dell’Asilo Nido di Fregene. Nello specifico la convenzione ha per oggetto la concessione relativa alla progettazione definitiva; progettazione esecutiva; realizzazione di un asilo per 60 bambini completo di tutti gli arredi fissi e mobili e delle relative attrezzature; realizzazione di un piazzale da adibire a parcheggio con strada di accesso; sistemazioni a verde; manutenzione ordinaria e straordinaria delle opere realizzate per tutto il periodo della concessione; gestione dell’asilo. L’asilo nido dovrà mantenere, per tutta la durata della concessione, i livelli minimi di qualità e quantità del servizio. Inoltre dovrà essere aperto dal lunedì al venerdì, tutti i mesi dell’anno con chiusura il mese di agosto,dalle ore 7.00 alle ore 18.00. Durante il funzionamento del plesso deve essere presente contemporaneamente un educatore ogni 6 bambini e un addetto ai servizi generali ogni 15 bambini. Al Concessionario è fatto espresso divieto di affidare a terzi l’ attività di gestione dell’ asilo, fatta eccezione per i servizi di igiene dei locali e delle attrezzature, di pulizia e di lavaggio della biancheria. L’ importo complessivo dell’investimento è di 1.370.983 ero IVA esclusa. L’intervento è da ritenersi compatibile con l’attuale destinazione dell’area e con gli indici di edificabilità della stessa area. Il progetto presentato presta, inoltre, particolare attenzione ai principi di eco-compatibilità prevedendo l’utilizzo di energie rinnovabili ed è pertanto da considerarsi meritevole di approvazione.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli