26 settembre 2017

Nuovo Domani chiede commissario ad acta

“Come di consueto riprendiamo dall’epilogo di uno dei nostri ultimi comunicati stampa citando “Al Sindaco non possiamo altro che fare i nostri migliori auguri ricordando che siamo sempre disposti a prendere il nostro giusto posto nelle file istituzionali del Comune di Fiumicino che ci ha visto nascere, crescere ed essere parte indelebile nei cuori e negli animi dei cittadini che ancora oggi hanno fiducia in NOI” – si legge in una nota diffusa dall’Associazione Nuovo Domani –  In questi ultimi due mesi troppi avvenimenti hanno scosso la vita politica e non del Comune di Fiumicino: la solita incombente crisi economica, le dimissioni del Sindaco poi ritirate, lanci di accuse da una parte all’altra, senza dimenticare i folgorati e non “sulla strada per damasco”. In tutto questo chi ci rimette?  I soliti cittadini di Fiumicino, i quali ancora oggi messi allo sbando, ci chiamano per ogni tipo di richiesta: dalle disinfestazioni, taglio di rami pericolanti e alberi caduti per maltempo, alle richieste di servizi di assistenza sociale e trasporto infermi.  Ma ora diciamo basta!  La ns Associazione ora, è totalmente impossibilitata ad operare in quanto non titolata ufficialmente dall’Amministrazione Comunale. Eppure abbiamo lottato a livello giuridico per far valere in Ns diritti: la sentenza del tar n. 04489/2010 del 22/03/2010 e del successivo Consiglio di stato del 29 marzo 2011 n. n.4833/2010 obbligano l’Amministrazione Comunale ed il sig. Sindaco Mario Canapini ad indire una gara d’appalto per l’affidamento dei servizi di protezione civile – la quale, annullata con determina N. 213/08; annullando di conseguenza i precedenti accordi stipulati in licitazione privata con ditte del settore sanità e disinfestazioni; annullando, non per ultima, la delibera del Consiglio Comunale n. 129/2008 che istituisce il Gruppo Comunale di Protezione Civile diretto dal Comandante della Polizia Locale.  L’Associazione Nuovo Domani, nel giusto e nel Diritto, nei giorni scorsi ha presentato Ricorso per l’ottemperanza del giudicato , ex art. 112 d.LGS 02.07.2010 N. 104 al T.a.r. del Lazio , notificato anche al Sindaco, perché in base ex art. 114,comma 4 ,lettera B del cod. di procedura Amministrativo, in quanto venga nominato un Commissario ad acta affinchè lo stesso sostituisca il Sindaco nelle procedure di indizione di una nuova gara di appalto per i servizi di protezione civile e verifichi la legittimità di tutti gli atti successivi posti in essere per l’annullamento della stessa e dell’atteggiamento posto al non rispetto delle condanne dei Tribunali.  Inoltre in questi giorni verrà consegnata dal nostro Ufficio Legale,al Presidente del Consiglio Comunale, Mauro Gonnelli una specifica richiesta di Convocazione del Consiglio Comunale perchè questo , avendo a suo tempo ,votato la delibera che fu la scusante per l’annullamento della gara di appalto a cui si presentò solo la ns Associazione; risultata poi , come da motivazioni delle sentenze dei Tribunali, inattendibile e infondata. Quest’ultima, può comportare, se non verrà annullata con motivazioni attendibili e con votazione palese, corresponsabilità di tutti i Consiglieri che l’hanno votata e dei Dirigenti o Assessori che l’hanno promossa e presentata al Consiglio Comunale.  Il nostro pensiero ogni giorno è rivolto ai cittadini del Comune di Fiumicino “il Nostro piu’ Sincero Augurio di un Sereno e Felice Natale e di un altrettanto Splendido e Rigoglioso 2012! Noi speriamo in voi, aiutateci ad aiutare!!!!”.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli