21 ottobre 2017

Randagi o padronali, i cani si portano al guinzaglio

Randagi o padronali, i cani si portano al guinzaglio

Gentile Direttore, grazie per lo spazio concesso, sulla sua testata on-line, all’argomento “cani abbandonati”.

Sembra che la problematica abbia riscosso attenzione. Sono contenta che esistano sul territorio delle onlus, mi riferisco ad ADA qui a Fregene, che hanno una mission di difesa e protezione dei cani e dei gatti o attività di intrattenimento sulla spiaggia e aree dedicate ai cani.
Inoltre su Qui Fregene ho letto spesso interventi interessanti di esperti cinofili che danno dei consigli ai padroni e infondono perle di saggezza a coloro i quali desiderano custodire e educare correttamente i propri animali.
Mi spiace che non ci siano stati interventi da parte dell’Amministrazione in merito all’ effettiva vigilanza sull’ applicazione delle regole di detenzione e cura dei cani nei contesti abitativi e cittadini.

Un Regolamento molto chiaro e perentorio esiste, cito dal titolo IV relativo ai cani, datato 25 marzo 2015 del Comune di Fiumicino: http://www.comune.fiumicino.rm.gov.it/up/M297/documenti/535fa755e4688.pdf

Art. 23 Collare, guinzaglio e museruola
1.I cani di proprietà circolanti nelle vie ed in altri luoghi aperti frequentati dal pubblico, nonché nei luoghi in comune degli edifici in condominio, sono condotti con collare, guinzaglio, o con museruola. I soggetti di indole aggressiva sono condotti con tutti e tre i dispositivi.(omissis)

4.I cani possono essere tenuti senza guinzaglio e senza museruola nei seguenti casi: entro i limiti dei luoghi privati, purché non aperti al pubblico e purché detti luoghi siano opportunamente recintati, in modo da non consentirne l’uscita sul luogo pubblico;

Per quanto riguarda il “cane di quartiere” esistono regole specifiche e dettagliate con relativi carichi di responsabilità a chi ne segnala la presenza, tutto accuratamente descritto nel sopra menzionato Regolamento.
Il fatto che un cane lupo o qualsiasi cane anche piccolo, sia “buonino”, “assicurato”, non faccia male a una mosca, a detta del suo padrone, o a giudizio di chicchessia, ciò non autorizza nessuno a far circolare cani incustoditi infrangendo la legge e i regolamenti votati in Consiglio. Questo per la sicurezza di tutti i cittadini, grandi o piccoli, circolanti in spazi pubblici, gatti o altri cani condotti al guinzaglio.

Mi scuso infine se ho considerato randagio qualche cane padronale e padronale qualche randagio “tenuto bene” come se fosse padronale, ma non avevo l’anagrafe canina sottomano.
Fortunatamente molti proprietari di cani sono molto rispettosi ed educano bene i loro animali contribuendo a superare qualche paura e l’intolleranza generata alcune volte dalla superficialità con cui alcuni gestiscono i nostri amici a quattro zampe. Grazie per l’attenzione.

Silvana Lovera Comitato petizione ciclabili

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli