25 settembre 2017

Sic itur ad astra fino al 26 agosto

Dopo i successi di pubblico e di critica degli anni precedenti ed i prestigiosi patrocini di Enti Pubblici  come il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la Regione Lazio, la Provincia di Roma, il comune di Fiumicino e l’Enit – Agenzia Nazionale Italiana del Turismo, la manifestazione  ora si pregia anche del patrocinio della Presidenza della Repubblica Italiana a riconoscimento della sua importanza sia dal punto di vista sociale che culturale. A tale proposito è bene ricordare come il Festival, per il fatto di richiamare  giovani musicisti, autentici talenti, e grandi personaggi del panorama musicale internazionale, provenienti da ogni parte del Mondo, svolge il ruolo di veicolo di pace e fratellanza fra cittadini di varie nazionalità e trasforma Torre in Pietra, fino a qualche tempo fa, nota soltanto per la sua naturale vocazione agricola, in centro culturale, in vero crocevia di culture, lingue e scuole diverse. Inoltre il Festival, dopo avere stabilito, in questi anni, un legame sempre più stretto con il territorio, rappresenta ormai in maniera incontestabile un’irrinunciabile occasione d’incontro ed un fondamentale punto di riferimento di aggregazione sociale. I successi ed i riconoscimenti, fin qui ottenuti, sono per il Comitato organizzatore, costituito  da persone che operano volontariamente, motivo di sprone per moltiplicare gli sforzi e  continuare, attraverso la proposizione di spettacoli di alto livello, nell’opera di formazione culturale del territorio e di promozione e valorizzazione dei giovani. Il direttore artistico Silvia Murolo, grazie alla sua passione e competenza, è riuscita ad allestire, anche per questa edizione, a costi necessariamente contenuti a causa delle difficoltà economiche del momento, un programma  accattivante e vario, in grado di soddisfare ogni esigenza di pubblico. Saranno ospiti del Festival, come sempre, giovani artisti e  personaggi  famosi, tra cui ci piace segnalare il violinista Vladimir Ivanov, direttore  del dipartimento di violino del Conservatorio Tchaikovski di Mosca e importante componente del famoso “Trio di Mosca”. Appuntamento quindi alla Corte di Arenaro.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli