16 novembre 2018

Spesa solidale Fia, al via la seconda fase

È  passato ormai quasi un anno dall’attivazione del progetto Spesa Solidale, attivato da Farmacisti in aiuto Onlus sul territorio del comune di Fiumicino.
Mesi in cui sono state organizzate diverse raccolte fondi in favore dell’iniziativa, tra cui la Mare-Lago-Mare realizzata in Partnership con Club Motori d’Altri Tempi e “Ogni fiocco, un sorriso” la raccolta fondi appena conclusa. “Non possiamo fare altro – racconta Tullio Dariol, Presidente di Farmacisti in aiuto – che ringraziare enormemente tutte le persone che ci hanno dato una mano. Dalle Associazioni come Club Motori d’Altri Tempi con cui da tanti anni collaboriamo per offrire solidarietà, alle aziende come Parco Commerciale Da Vinci e Maisons du Monde che ci hanno ospitato nei loro spazi, ai tanti volontari senza cui queste raccolte fondi sarebbero impensabili. Spesa Solidale ha avuto un altissimo riscontro da parte dei cittadini ed è stato molto apprezzato dalle famiglie che hanno potuto così beneficiare del nostro sostegno”.
Stiamo parlando di famiglie, di genitori (prevalentemente italiani) con figli studenti a carico; spesso hanno perso il lavoro o lavorano saltuariamente; vivono in condizioni di disagio economico e sociale  ed in taluni casi sono presenti patologie invalidanti del genitore o del figlio/a. Situazioni molto difficili che portano queste persone non solo a “non arrivare a fine mese” ma anche a dover rinunciare nella maggior parte dei casi anche alla salute o allo studio. “Chi è genitore – interviene Tullio Dariol – sa bene cosa significhi acquistare ad inizio anno i libri di testo. E cosa dire quando, durante l’anno, continuano ad esserci spese per quaderni, fogli e matite da disegno, materiale scolastico di vario tipo? Spese davvero insostenibili per chi riesce a raccimolare poche decine di euro nel portafogli”. Stesso problema, ci spiegano i volontari, per la salute. In molti casi, alcuni di loro hanno rinunciato a farsi visitare da uno specialista, ad effettuare esami medici perché anche il ticket è troppo oneroso per le loro tasche. “Solo grazie alla presenza sul territorio, si può toccare con mano quali siano le esigenze reali delle famiglie. Per questo, negli ultimi mesi, abbiamo pensato a come riuscire a soddisfare nel miglior modo possibile le necessità che ci sono state indicate nelle interviste che i nostri volontari effettuano (ndr. Sono sempre i volontari che acquistano e consegnano a domicilio la spesa). Da qui nasce la nuova fase del progetto che integrerà alla spesa solidale anche la possibilità di usufruire di un ticket solidale per spese mediche ed esami clinici”.
Nelle prossime settimane approfondiremo l’argomento, anche in vista della nuova raccolta fondi che è stata fissata in occasione del Trofeo di Carnevale, gara di auto d’epoca organizzata da Club Motori d’Altri Tempi.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli