25 settembre 2017

Via Marte, un furto “conveniente”

“Erano circa le 4.00 quando sono venuti a trovarmi i topi di appartamento – racconta Ettore Bortolin – Sono saliti con due scale da imbianchino legate con due pezzi di ferro. Hanno aperto la finestra e sono entrati per poi rovesciare i cassetti del salone e sono subito riusciti, grazie al mio cane che con il suo abbaiare lì ha spaventati. Io che abito al piano di sopra mi sono affacciato ma non ho visto niente di strano e mi sono rimesso a letto, ma il cane continuava ad abbaiare. Alla fine hanno portato via soltanto quattro spiccioli e mi hanno lasciato due scale usate da imbianchino, questa volta chi ci ha guadagnato è il derubato e non i ladri e il mio cane avrà doppia razione e tanti baci e carezze”.
Meno fortunata è stata la sorella di Ettore che vieve nella casa accanto, questa mattina si è accorta che da lei i ladri, sempre ieri notte, hanno portato via qualcosa: un computer, una macchina fotografica digitale e 70 euro.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli