25 settembre 2017

Maccarese, inaugurazione nuovo impianto zootecnico

L’azienda, privatizzata nel 1998, si estende per 3.240 ettari, di cui 2.400 coltivati a grano, mais, carote, pisello proteico e foraggi. 4.300 capi bovini, compongono la mandria, che grazie a 1.700 mucche in lattazione, e 1.400 in rimonta, produce 14 milioni di litri di latte di alta qualità all’anno. Oltre a 1.000 bovini maschi, sono poi destinati all’ingrasso e alla vendita di carne col marchio “Naturalmente qualità”, al quale si affiancherà a breve un secondo brand, “Carne dell’Agro Romano”. Di rilievo, la somma investita nell’arco dei 10 anni: 26 milioni di euro, con lo sforzo maggiore effettuato nel rifacimento del nuovo centro zootecnico, il cui completamento è avvenuto di recente e che conta su un totale di 13 strutture, comprese le 4 nuove stalle di 185 metri x 32. Consistente il patrimonio immobiliare, che comprende il Castello Rospigliosi del 1.700, la Torre Primavera del 1.600 e l’edificio che ospita la sede mondiale di Bioversity, ristrutturato recentemente, senza contare quello naturale con due macchie mediterranee e una zona umida di alto valore ambientale, all’interno della Riserva Statale del Litorale Romano. Per festeggiare la ricorrenza e inaugurare il nuovo centro zootecnico, saranno presenti oggi il Ministro delle Politiche Agricole e Forestali, Luca Zaia, il sindaco di Fiumicino Mario Canapini, il presidente di Maccarese S.p.A. Carlo Benetton e il Monsignor Igino Reali. Dopo i saluti si terrà il dibattito “Fame di Agricoltura”, con la moderazione dell’editorialista Enrico Cisnetto e la partecipazione del Ministro Zaia, del Presidente di Confagricoltura Federico Vecchioni, del Sottosegretario allo Sviluppo Economico Adolfo Urso, del dir.gen. Confcommercio Luigi Taranto e del vice Presidente della Commissione Agricoltura al Senato Paolo De Castro. La giornata proseguirà nel pomeriggio con visite guidata all’interno del centro zootecnico.

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli