24 settembre 2017

Fine settimana, la Rambla villaggio sport acquatici

L’evento vedrà protagonisti il kitesurf, lo stand-up-paddle, il beach tennis, il beach volley, lo skate e l’indoboard nell’immensa area che circonda lo stabilimento balneare “Rambla”. Per la prima volta, a pochi chilometri della Capitale, si terrà una grande evento dedicato ai professionisti e al grande pubblico appassionati di sport acquatici e da spiaggia (beach tennis, beach volley, skate e indoboard). Interverranno atleti di livello nazionale e internazionale delle diverse discipline sportive e si sfideranno in gare mozzafiato all’ultima evoluzione. Per l’occasione Roma Event-One ospiterà la finale del campionato italiano di Kitesurf 2011 (maschile, femminile e juniores) della FISW (Federazione Italiana Sci Nautico e Wakeboard del CONI) e proporrà una tappa speciale del campionato italiano di paddle surf. Nelle tre giornate saranno presenti decine di espositori di brand nazionali e internazionali specializzati in attrezzature e abbigliamento rivolti agli sportivi, professionisti e amatoriali. I visitatori avranno l’occasione di testare gratuitamente e in esclusiva le attrezzature tecnologicamente più avanzate e scoprire le novità della moda dei surfer. In più, un grande expo (BtoB) anticiperà l’evento e darà la possibilità alle aziende e ai negozi di organizzare incontri strategici con i propri clienti prima dell’inizio vero e proprio della manifestazione. Il kitesurf è una variante del surf al quale è stata aggiunto un aquilone collegato con delle linee a circa 25 metri d’altezza e che, sfruttando la forza del vento, genera una notevole trazione. È  lo sport con l’incremento percentuale di praticanti più alto al mondo. Una crescita a due cifre che solo in Italia ha portato ad avere in pochi anni ben 12mila tra professionisti e appassionati. Il “Kite”, come è ormai chiamato in gergo, gode già del riconoscimento da parte del CONI ed è attualmente inserito nelle discipline della Federazione FISW ove è gestito dalla CKI la Classe Kiteboard Italiana. È già regolamentato dalle Capitanerie di Porto, che lo hanno assimilato in parte al Windsurf, ma assegnandogli specifiche tecniche più dettagliate, visto l’importante spazio necessario per le operazioni di partenza ed atterraggio sulla battigia. L’attenzione è tale che il kite è stato inserito ufficialmente fra le discipline delle olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016. Il sup, acronimo di Stand Up Paddle, è invece uno sport con antiche tradizioni, ma venuto alla ribalta negli ultimi anni, un modo di navigare in piedi su una tavola remando con una pagaia. Da qualunque punto di vista la si vuole vedere, a Maccarese ci sarà proprio da divertirsi. E il 1 ottobre alle 23.00 appuntamento con il mega party.

 

Pubblicità

Newsletter

Archivio Articoli